0721 – 805501    
0721 – 805501    

Carta dei Servizi

Carta dei Servizi

L’articolato che segue costituisce espressione ed integrazione dei principi contenuti nei sottoindicati documenti elaborati alla luce di norme di diritto internazionale:

  • “Carta dei diritti del Paziente” approvata nel 1973 dall’American Hospital Association;
  • “Carta dei diritti del Malato” adottata dalla CEE in Lussemburgo nel 1979;
  • “Carta dei diritti del Cittadino “ redatta a Roma il 29 luglio 1980;
  • Art. 25 della “Dichiarazione universale dei diritti dell’Uomo”;
  • Artt. 11 e 13 della “Carta sociale europea”, 1961;
  • Art. 22 della “Convenzione internazionale dell’ONU sui Diritti economici, sociali e culturali”, 1966;
  • Risoluzione n. 23 dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, 1970, che trovano piena corrispondenza nei principi della Carta Costituzionale (artt. 2 – 3 – 32).
  • “Carta europea dei diritti del malato” del 15 novembre 2002.

 

Principi Fondamentali di riferimento nella erogazione dei servizi

· Uguaglianza e centralità dell’individuo

Ogni cittadino ha uguali diritti riguardo l’accesso e la fruizione dei servizi sanitari. E’ compito delLaboratorio rimuovere quegli ostacoli che ne impediscono di fatto la distribuzione equa.

Le prestazioni del Laboratorio vengono svolte infatti a beneficio dei cittadini-utenti senza alcuna distinzione di razza, nazionalità, lingua, sesso, religione, idee politiche, situazioni economiche, forme di handicap fisiche o mentali. Le procedure di erogazione sono quelle previste in generale dalla normativa dello stato italiano, ispirate a criteri di obiettività e di imparzialità.

Il laboratorio, infatti, si impegna ad evitare ogni ingiustificata discriminazione e non uniformità delle prestazioni sotto il profilo delle condizioni personali e sociali (in quanto le modalità di erogazione delle prestazioni vengono adeguate alle esigenze del singolo utente), si impegna inoltre a prestare particolare attenzione ai soggetti più disagiati per i quali è necessaria una specifica tutela sociale (disabili, malati psichiatrici, stranieri, anziani).

· Imparzialità e trasparenza
Il comportamento degli operatori del Laboratorio nei confronti dei cittadini utenti è ispirato a criteri di trasparenza e d’imparzialità.

Le prestazioni vengono gestite in ordine cronologico, fatta eccezione per situazioni che necessitano, come nel caso di bambini, donne in gravidanza, pazienti in trattamento terapeutico,di procedure di urgenza.

· Continuità
Il Laboratorio si impegna a garantire la regolarità e la continuità nell’erogazione dei propri servizi. Nel caso in cui eventi di forza maggiore, a fronte di giustificate motivazioni, dovessero causare irregolari funzionamenti o interruzioni di un servizio, il Laboratorio provvederà ad adottare tempestivamente misure necessarie a contenere al minimo gli eventuali disagi per i cittadini.

· Partecipazione
Ai sensi della legge 7 agosto 1990 n. 241 e nel rispetto delle norme sulla riservatezza dei dati personali (del Regolamento UE 2016/679), l’utente ha diritto ad accedere alle informazioni che lo riguardano e che sono in possesso del Laboratorio.

I Pazienti possono produrre documenti, avanzare reclami, formulare suggerimenti per il miglioramento dell’erogazione delle procedure di accesso, di pagamento delle tariffe, di consegna dei referti.
Al fine di ottenere informazioni utili per il miglioramento del servizio,il Laboratorio effettua indagini per la rilevazione, presso gli utenti, del livello di soddisfazione e della percezione della qualità erogata.

Tali indagini sono scritte ed in forma anonima.

· Efficienza ed efficacia
Il Laboratorio opera per il raggiungimento di tali obiettivi in modo da produrre, con le conoscenze tecnico-scientifiche più moderne a sua disposizione, risultati validi per la salute dei cittadini, perseguendo una politica d’innovazione continua dei servizi e di modernità delle tecnologie impiegate. Inoltre, cerca di razionalizzare, ridurre e semplificare le procedure di accesso al servizio effettuando le prestazioni senza alcuna prenotazione, prevedendo, per chi ne faccia richiesta, l’invio dei referti a domicilio tramite posta ordinaria, via fax ed e-mail.

· Diritto di scelta
Ciascun cittadino-utente ha diritto di scegliere, tra le strutture pubbliche e private accreditate, quella che ritiene più idonea alle sue aspettative.

In ragione di ciò, ogni cittadino ha diritto a ricevere tutte le informazioni e la documentazione necessaria ad operare una scelta oculata e libera.

 

Diritti e doveri dell’utente

I diritti

  • Il Paziente ha diritto ad essere assistito con premura ed attenzione, nel rispetto della dignità umana e delle proprie convinzioni filosofiche e religiose.
  • Il Paziente ha diritto ad ottenere dalla Struttura Sanitaria informazioni relative alle prestazioni dalla stessa erogate, alle modalità di accesso ed alle relative competenze. Lo stesso ha il diritto di poter identificare immediatamente le persone che lo hanno in cura.
  • Il Paziente ha, altresì, diritto ad essere informato sulla possibilità di indagini alternative, anche se eseguibili in altre strutture.
  • Ove il Paziente non sia in grado di determinarsi autonomamente, le stesse informazioni dovranno essere fornite ai familiari o a coloro che esercitano potestà tutoria.
  • Il Paziente ha diritto di ottenere che i dati relativi ai propri referti diagnostici ed ogni altra circostanza che lo riguardi, siano trattati in applicazione della L. 196/2003 (Privacy).
  • Il Paziente ha diritto di proporre reclami che debbono essere sollecitamente esaminati ed essere tempestivamente informato sull’esito degli stessi.

La diretta partecipazione all’adempimento di alcuni doveri è la base per usufruire pienamente dei propri diritti. L’impegno personale ai doveri è un rispetto verso la comunità sociale ed i Servizi Sanitari usufruiti da tutti i cittadini. Ottemperare ad un dovere vuol dire anche migliorare la qualità delle prestazioni erogate da parte di questa Struttura.

  

I doveri

  • L’Utente quando accede in questa Struttura è invitato ad avere un comportamento responsabile in ogni momento, nel rispetto e nella comprensione dei diritti degli altri pazienti, con la volontà di collaborare con il personale medico, infermieristico, tecnico e con la Direzione Sanitaria.
  • L’accesso in questa Struttura esprime da parte del Cittadino-Paziente un rapporto di fiducia e di rispetto verso il Personale Sanitario, presupposto indispensabile per l’impostazione d’un corretto iter della prestazione richiesta.
  • E’ un dovere di ogni Paziente informare tempestivamente il personale preposto, sull’intenzione di rinunciare, secondo la propria volontà, a prestazioni sanitarie programmate affinché possano essere evitati sprechi di tempo e risorse.
  • Il Paziente è tenuto al rispetto degli ambienti, delle attrezzature e degli arredi che si trovano all’interno della Struttura.
  • Chiunque si trovi in questa Struttura è chiamato al rispetto degli orari stabiliti dalla Direzione Sanitaria, al fine di permettere lo svolgimento della normale attività, nel rispetto anche degli altri Pazienti.
  • Nella considerazione di essere parte di una comunità è opportuno evitare qualsiasi comportamento che possa creare situazioni di disturbo o disagio.
  • In questa Struttura è vietato fumare. Il rispetto di tale disposizione è un atto di accettazione della presenza degli altri e un sano e personale stile di vivere.
  • L’organizzazione e gli orari previsti in questa Struttura, devono essere rispettati in ogni circostanza. Le prestazioni sanitarie richieste in tempi e modi non corretti determinano un notevole disservizio per tutta l’utenza.
  • E’ opportuno che i Pazienti si spostino all’interno della Struttura utilizzando i percorsi riservati ad essi.
  • Il Personale sanitario, per quanto di competenza, è invitato a far rispettare le norme enunciate per il buon andamento della Struttura ed il benessere del Cittadino.
  • Il Cittadino ha diritto ad una corretta informazione sull’organizzazione di questa Struttura, ma è anche un suo preciso dovere informarsi nei tempi e nelle sedi opportune.

Informativa ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 13 par.1 del RGPD 2016/679

In osservanza di quanto previsto dal Regolamento Generale UE in materia di Protezione dei Dati personali (RGPD) 2016/679, di seguito “Regolamento”, Le comunichiamo le informazioni obbligatorie da fornire agli interessati prima di procedere alla raccolta dei dati personali e del consenso al trattamento di dati personali e sensibili necessari all’erogazione delle prestazioni sanitarie da Lei richieste.

Finalità e base giuridica del trattamento.
1. I dati da Lei forniti al momento dell’accettazione della Sua richiesta di prestazioni di esami diagnostici, saranno trattati esclusivamente per finalità riguardanti l’esecuzione delle obbligazioni conseguenti allo svolgimento delle prestazioni sanitarie richieste. Inoltre gli stessi dati saranno trattati per attività statistiche interne proprie del Titolare per soddisfare gli obblighi previsti da norme di legge. La base giuridica del trattamento è il consenso libero, specifico e informato da Lei fornito.
2. Ai fini dell’erogazione delle prestazioni sanitarie richieste, il Titolare potrà venire a conoscenza di dati sensibili ai sensi dell’art. 9 del Regolamento, quali quelli idonei a rivelare lo stato di salute, la vita sessuale, l’origine razziale od etnica dell’Interessato.

Modalità del trattamento e tempi di conservazione dei dati.
1. I dati verranno trattati con modalità cartacee ed informatizzate e ad opera di soggetti interni e/o collaboratori esterni autorizzati che operano sotto l’autorità diretta del Titolare o del Responsabile del trattamento, se nominato, quali medici, paramedici, tecnici di laboratorio, addetti all’accettazione ed alla segreteria. I dati saranno conservati nelle banche dati aziendali, sul territorio nazionale, il tempo strettamente necessario per l’erogazione delle prestazioni sanitarie da Lei richieste e nel rispetto degli obblighi derivanti dalla normativa vigente.

Destinatari di comunicazioni e diffusione.
1. I dati identificativi da Lei forniti potranno essere comunicati a: Società collegate che operano con le stesse finalità di cui al punto 1, che potranno, in forma anonima, per finalità scientifiche e non, diffondere tali dati, nonché Commercialisti, Società di recupero crediti, Studi Legali e Compagnie di assicurazione che tutelino il Titolare e i collaboratori, per eventuali responsabilità sanitarie.
2. Inoltre, i suoi dati sono a disposizione del Ministero della Salute e di suoi specifici organismi; della Regione Marche e delle strutture sanitarie pubbliche territorialmente competenti; delle eventuali richieste dell’Autorità Giudiziaria ai sensi di legge.
3. Di norma i referti saranno ritirati direttamente dall’Interessato ovvero dalla persona delegata e autorizzata dall’Interessato in forma scritta. Su richiesta scritta dell’Interessato, le comunicazioni potranno essere effettuate anche con modalità alternative quali servizio postale (raccomandata, raccomandata A.R.), e.mail o PEC adottando misure idonee di sicurezza.
4. Ogni ulteriore comunicazione o diffusione avverrà solo dietro libero ed esplicito consenso scritto dell’Interessato.

Natura del conferimento e conseguenze della mancata raccolta dei dati personali.
1. Il conferimento dei dati richiesti al momento dell’accettazione e contrassegnati nel modulo di consenso con (*), come quelli sensibili eventualmente richiesti in sede di erogazione della prestazione sanitaria, è per Lei obbligatorio in quanto necessari per svolgere le prestazioni sanitarie richieste.
2. Il Titolare rende noto che l’eventuale non comunicazione, o errata comunicazione, di una delle informazioni obbligatorie ha come conseguenze emergenti:
– l’impossibilità di erogare le prestazioni sanitarie richieste;
– l’impossibilità di garantire la congruità del trattamento stesso ai patti contrattuali per cui esso sia eseguito;
– il mancato raggiungimento dei risultati del trattamento agli obblighi imposti dalla normativa fiscale e amministrativa vigente.

Diritti dell’Interessato
L’Interessato ha il diritto in qualunque momento di esercitare i propri diritti come previsto dall’art.15 all’art. 22 del Regolamento, quali: l’accesso, la rettifica e l’aggiornamento o la cancellazione, la limitazione del trattamento, la portabilità e l’opposizione sui propri dati personali. Per esercitare tali diritti si potrà rivolgere al Titolare, facendo riferimento ai recapiti sotto riportati. Inoltre l’Interessato ha il diritto di revocare il consenso al trattamento, senza pregiudizio per la liceità del trattamento basata sul consenso acquisito prima della revoca (art.7 par.3); proporre reclamo all’Autorità di controllo nazionale (art.51) o altro ricorso amministrativo o giurisdizionale come previsto dagli artt. 77, 78 e 79 del Regolamento.

Titolare del trattamento
Laboratorio GAMMA Srl, via G. Gabrielli, 46 – 61032 Fano (PU), tel. 0721805501, fax 0721837238, e-mail: laborgamma@libero.it, PEC: analisigamma@legalmail.it.

Benvenuti! In conformità al Regolamento Europeo per la Protezione dei Dati desideriamo informarti che utilizziamo tecnologie per raccogliere informazioni statistiche sull\'uso di questo sito (come viene utilizzato,  quali pagine sono maggiormente visitate e simili). Le statistiche non sono cedute a terzi e vengono utilizzate per monitorare il livello di gradimento dei contenuti da parte degli utenti. Puoi utilizzare i link qui sotto per acconsentire od opporti alla raccolta di questi dati statistici. Acconsento alla raccolta Non acconsento
782